martedì 22 marzo 2016

Batmarathon #4 -[ "Batman & Robin" di Joel Schumacher

Buonasera amici!


E' una giornata buia quella di oggi. Si scrivono lunghi discorsi, si propongono soluzioni, si reagisce impulsivamente, si prova rabbia. Diverse reazioni, una grande paura. Non voglio aggiungere altre parole a quanto è stato già detto e ridetto. Semplicemente ritengo sia giusto continuare, continuare ad esprimersi, continuare a pensare, continuare a vivere pienamente ogni singola giornata. Solo in questo modo si vince la paura. Per questo motivo ho deciso di non sospendere la programmazione odierna del blog.


4. Batman & Robin (1997)
6. Il cavaliere oscuro (2008)
7. Il cavaliere oscuro - Il Ritorno (2012)


Titolo: Batman & Robin

Un film di Joel Schumacher con George Clooney, Chris O'Donnell, Arnold Schwarzenegger, Uma Thurman, Alicia Silverstone

Genere: supereroi, fantascienza

Durata: 120 min

Anno: 1997

Voto: 2/5


Ho a lungo temuto il confronto con questo film. E' fatto universalmente noto che Batman & Robin sia considerato uno dei cine-comic - ma anche generico film - peggiori di sempre. Questa pellicola di Joel Schumacher vanta infatti diversi 'riconoscimenti' poco ambiti assegnati da pubblico e critica. I fan più affiatati dell'Uomo-Pipistrello preferiscono dimenticare questa breve e disastrosa parentesi in cui George Clooney ha vestito i panni di Bruce Wayne. La storia dei supereroi insegna che non può esserci un eroe sul grande schermo senza un grande seguito. E' superfluo, quindi, dire che questo capitolo ha causato l'interruzione dell'intera saga ripresa solamente otto anni dopo con un nuovo regista, una trilogia ed un'interpretazione completamente differente.


Nonostante tutto questo, non riesco completamente a dimenticare questa visione. Batman & Robin è stato il mio primo Batman, quello che continuava ad essere trasmesso senza sosta la domenica pomeriggio su Italia Uno. Non mi stancavo mai di vederlo: ogni volta mi divertivo. Tutti quei colori, quegli effetti speciali, quei giocattoloni. Solo dopo è arrivato il Cavaliere Oscuro di Nolan.
Mi divertivo, mi divertivo come una bambina. La verità è che questo film ha sofferto terribilmente il passare degli anni. Attenzione: non intendo dire che ai tempi dell'uscita fosse un capolavoro. La storia - quale storia? - ha enormi difetti impossibili da non notare e i personaggi sono semplici caricature. L'idea di cinecomic alla fine degli anni Novanta era, tuttavia, ben diversa da quella del presente. Dopo i primi esperimenti burtoniani riusciti, i film del supereroe di Gotham hanno cambiato completamente direzione, rivolgendosi esclusivamente ad un pubblico di piccolissimi spettatori. Non c'è da stupirsi se i giocattoli e i gadget del film sono andati a ruba.
Questo è stato, a mio parere, il più grande errore di questo prodotto. La mancanza di un linguaggio universale e di una struttura solida non hanno saputo unire fan fedelissimi a quelli dell'ultima ora. Non serve dilungarsi sulle discutibili performances dei diversi attori: questo era richiesto dal copione, questa era l'inevitabile conseguenza della scelta di rivolgersi ad una specifica tipologia di pubblico. Non mi vergogno ammettendo che questo film, anni ed anni fa, mi faceva impazzire. Mi divertivo, mi divertivo come una bambina. E no, ora arrivare ai titoli di coda è stata una vera impresa!




Trailer:


Nessun commento:

Posta un commento