sabato 3 dicembre 2016

Assaggi di cinema #28 - [ "Mother's Day" - "Independence Day - Rigenerazione"

Buon weekend!

Dopo tanto tempo, ho il piacere di riproporvi una puntata di Assaggi di Cinema, angolino a cadenza casuale in cui potrete trovare alcuni film da "sgranocchiare". L'appuntamento di oggi coinvolge due generi molto distanti fra loro: quali sono i risultati?



Mother's Day di Gary Marshall con Jennifer Aniston, Kate Hudson, Julia Roberts

Sì, ero in cerca di un film-vergogna da aggiungere alla mia già ben nutrita lista cinematografica accuratamente nascosta nell'armadio. Gary Marshall, nel corso degli anni, ha alimentato questa playlist regalandomi 'perle' come Capodanno a New York e Appuntamento con l'amore oltre ai più noti Pretty Woman e Pretty Princess.
L'ultimo film del compianto regista statunitense verrà ricordato per le polemiche nate intorno al presunto compenso a numerosi zeri di una delle attrici coinvolte nel progetto, Julia Roberts. Preferisco non soffermarmi su questo. Tuttavia, non posso nemmeno dire in tutta sincerità che questo film mi abbia coinvolto quanto sperato. Essendo strutturato come una storia corale, mi aspettavo un migliore intreccio tra i diversi racconti di donne - e non solo - contemporanee quotidianamente alle prese con  il ruolo di madri - ma anche i padri trovano il loro spazio. Alcuni personaggi come quelli di Jennifer Aniston e Jason Suideikis si trovano evidentemente a proprio agio in questo labirinto di emozioni e immagini. Altri, invece, rimangono vittime delle cornici più curiose a cui, giustamente, vengono dedicati più spazio e più attenzioni. Nel complesso, comunque, si tratta del classico "buon" film spensierato e condito da un pizzico di prevedibilità. Si poteva fare meglio ma anche peggio: non si può certo condannare per qualche ingenuità.

Genere: commedia
Voto: 3/5



Independence Day - Rigenerazione di Roland Emmerich con Liam Hemsworth, Bill Pullman, Jeff Goldblum

Da qualche anno si è spettatori di astute e mirate operazioni commerciali di reboot, remake, sequel, prequel e chi-più-ne-ha-più-ne-metta che cercano di creare ponti tra appassionati storici di film/saghe cult e fan di nuova generazione. Questo metodo ha funzionato con Jurassic World, Star Wars - Il risveglio della forza e il suo effetto non è niente male nemmeno nel caso di Animali fantastici e dove trovarli. Roland Emmerich deve aver pensato che questo promettente periodo potesse essere terreno fertile, a vent'anni di distanza, per il sequel di Independence Day, seguito già in discussione dal 2004. Purtroppo, a mio parere, la missione si può dire miseramente fallita. Cast svogliato i cui (pochi) attori di punta ancora collegati al film precedente appaiono estremamente sottotono. Effetti speciali discutibile, il che è tutto dire se si tratta di un film di fantascienza. Infine, il più grande problema risiede nell'insostenibile fatica che si prova nel seguire il film - dalla trama quasi invisibile -: un film di questo tipo dovrebbe intrattenere, aiutare a staccare la spina e non stancare scena dopo scena.

Genere: catastrofico, fantascienza
Voto: 1,5/5


2 commenti:

  1. Visto (per fortuna) solo il primo, che comunque non mi aveva troppo convinto. Marshall poteva lasciarci con qualcosa di meglio. Questi suoi ultimi cinepanettoni - chiamiamoli così - mi hanno sempre lasciato annoiato. Per dire, anche Princess Diary era tanto carino. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per motivi insani - sì, credo che questo sia l'aggettivo giusto - li vedo e li rivedo! Non chiedermi di preciso il perché ahah

      Elimina