lunedì 10 ottobre 2016

"Bridget Jones's Baby" di Sharon Maguire

Bridget Jones's Baby

Titolo: Bridget Jones's Baby

Un film di Sharon Maguire con Renée Zellweger, Colin Firth, Patrick Dempsey, Gemma Jones, Jim Broadbent, Emma Thompson

Genere: commedia, sentimentale

Durata: 122 min

Ambientazione: Regno Unito

Anno: 2016

Voto: 4/5

4

Bridget Jones è cresciuta. Sono ormai lontani i tempi delle stupidaggini, delle gaffes, dei discorsi imbarazzanti davanti a colleghi e non. Dopotutto, il personaggio nato dalla penna di Helen Fielding è nel pieno della maturità con la consapevolezza dei suoi anni, delle sue responsabilità e, forse, con qualche impegno in più. Bridget (Renée Zellweger) ha ormai un buon lavoro da produttrice in uno show televisivo e la sua carriera procede a gonfie vele. Non si può, però, dire lo stesso della sua vita privata dopo la rottura con Mark Darcy, quello che sembrava essere l'eterno amore. Per questo la sua frizzante collega Miranda (Sarah Solemani) organizza un weekend spensierato durante il quale Bridget incontra l'affascinante Jack (Patrick Dempsey), matematico americano con cui vive una notte di passione. Sarà il cambio di rotta tanto cercato? E Mr. Darcy non tornerà più nella sua vita?

I protagonisti del film

Bridget Jones's Baby poteva benissimo essere annoverato tra quei goffi tentativi fallimentari di rilanciare una serie ferma da diversi anni. Il rischio era chiaramente alto e, come previsto, molti 'benpensanti' hanno deciso di criticare il film senza dargli nemmeno una possibilità. Questo terzo capitolo, invece, si rivela a sorpresa superiore al precedente di dodici anni fa e paragonabile senza troppi dubbi all'illustre cult Il diario di Bridget Jones. In due ore di puro divertimento e risate non manca niente all'appello: passaggi iconici che non lasciano indifferenti, una colonna sonora scoppiettante e personaggi divertenti capaci di trascinarci - Emma Thompson unica e indimenticabile - , ancora una volta, nel caotico mondo di Bridget Jones.

Tematica principale del film è senza dubbio la maternità. Inizialmente circondata da amici alle prese con una famiglia solida e con dei figli in crescita, la protagonista, come la sua vita, subisce uno scossone con l'attesa del baby citato nel titolo. Tutti gli indizi sembrano sottolineare il suo essere eternamente e costantemente impreparata per questo nuovo rivoluzionario arrivo che la fa riflettere sulla sua vita e sulle sue relazioni. L'amore d Bridget è conteso, anche questa volta, dal solito impeccabile Colin Firth estremamente british e dalla new entry Patrick Dempsey, capace di reggere l'impegnativo paragone con il mancante Hugh Grant. Insomma, passano gli anni ma Bridget è sempre nel cuore del grande pubblico, così umana per le sue debolezze e i suoi errori, così simile agli spettatori con la sua quotidianità fatta di alti e bassi. Jones è un'amica con cui condividere piccole conquiste e delusioni sorseggiando una bevanda calda, con un'assordante musica di sottofondo e in comodità sul divano del suo celebre appartamento londinese.

Trailer:



Fede Stories.

2 commenti:

  1. Questo terzo capitolo è stato senza dubbio una piacevolissima sorpresa. Nonostante la febbrile tensione per il match Firth VS Dempsey.
    E non parliamo di Emma Thompson: cattivella così non l'avevo mai vista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Emma tremendamente frizzante, mi è piaciuta moltissimo nelle sue brevi apparizioni!
      Difficile scegliere tra Colin e Patrick ma, il passato, ha avuto la meglio scegliendo da che parte stare ;)

      Elimina