domenica 15 novembre 2015

Sunday Soundtrack #25 - Spectre

Buongiorno e buona domenica carissimi lettori!

Prima di aprire questo nuovo appuntamento della rubrica, vorrei ricordare insieme a voi quanto accaduto a Parigi. Sui social sono state spese moltissime parole sugli attentati terroristici avvenuti nella capitale francese. Il mio pensiero va alle famiglie delle vittime che stanno vivendo momenti sicuramente difficili. Sono vicina a loro e spero riescano a trovare la forza di andare avanti.
Lo so, ogni mia ulteriore parola risulta superflua e banale davanti a questo grandissimo dolore che, come è stato detto da molti, non ha colpito solamente il popolo francese ma l'intera umanità. Cosa possiamo fare? La risposta a questo quesito è difficile, ci preoccupa, ci spaventa. Penso, tuttavia, che il coraggio risieda anche nei piccoli gesti: confrontarsi ogni giorno, conoscere, imparare e sì, pensare ad un futuro.
#PrayforParis



Una nuova settimana sta per iniziare e, probabilmente, un caffè ed una buona brioche non saranno sufficienti per affrontarla. Forse oggi posso darvi qualche consiglio per prepararvi al meglio per domani ;)
 
Un metodo testato per ricaricarsi e fare il pieno di energie è, senza dubbio, ascoltare un po' di musica.
Musica pop, classica, dance, rock... ogni genere saprà darvi diverse emozioni. Lo stesso accade con le colonne sonore.
 
In questa nuova puntata di Sunday Soundtrack si parla di un personaggio che nel tempo si è trasformato senza mai perdere la sua anima ed il fascino degli inizi. Sto parlando di James Bond e dei film che lo vedono protagonista. Il brano dei titoli di testa ha sempre avuto un ruolo fondamentale nella produzione di un Bond Movie.
Numerosi artisti, di fama internazionale e rappresentanti ogni genere, hanno avuto l'onore di interpretare una canzone con cui movimentare le avventure dell'agente 007. L'ultimo, in ordine cronologico, è stato Sam Smith, cantante britannico che alla 57sima edizione dei Grammy ha conquistato ben quattro premi su sei candidature. Writing's on the Wall, dopo l'annuncio ufficiale agli inizi di settembre 2015, entra così a far parte ufficialmente della soundtrack del ventiquattresimo capitolo bondiano.
Il brano su internet è stato accolto in modi molto diversi: c'è chi l'ha amato alla follia e chi, invece, l'ha inevitabilmente paragonato a Skyfall di Adele. Difficile confrontare queste canzoni razionalmente: due anime diverse, due stili differenti e due storie distinte.
Resta il fatto che Sam Smith con Writing's on the wall continua a scalare le classifiche musicali di tutto il mondo.

 

Nessun commento:

Posta un commento