domenica 30 agosto 2015

"Qualcosa di buono" di George C. Wolfe























Titolo: Qualcosa di buono

Titolo originale: You're Not You

Un film di George C. Wolfe con Hilary Swank, Emmy Rossum, Josh Duhamel, Jason Ritter, Julian McMahon


Genere: drammatico

Durata: 104 min

Ambientazione: Stati Uniti

Anno: 2015

Voto: 3,5/5







Non affronto facilmente una pellicola che, tra gli argomenti, tratta anche la malattia. Sì, sicuramente non sono l'unica ad esitare. Questo tipo di film spesso fa nascere molte domande, fa riflettere e, nella maggior parte dei casi, approfondisce il tema in maniera non esattamente leggera. Ho visto Qualcosa di buono solo perchè mia mamma dai tempi del trailer era incuriosita. Probabilmente non avrei mai aggiunto alla mia watchlist questo titolo se non fosse stato per lei. 

Con questa visione ho compreso quanto possa essere difficile per un regista ed un cast realizzare un film che ha come protagonista un malato senza risultare banali e superficiali. Negli ultimi anni abbiamo assistito a molti esperimenti di questo tipo ben riusciti, alcuni grazie a grandiosi attori, altri grazie ad un progetto equilibrato in ogni sua parte. Ne sono degli esempi il recente Still Alice ed il francese Quasi Amici. E proprio a quest'ultimo viene spesso paragonato questo film.

http://darumaview.it/wp-content/uploads/2015/08/foto-316x296.jpgBisogna ammettere che gli elementi in comune con il lavoro del 2011 di Olivier Nakasche e Eric Toledano sono molti. La protagonista Kate (Hilary Swank) è una stimata pianista a cui viene diagnosticata la sclerosi laterale amiotrofica proprio quando tutta la sua vita sembrava perfetta. Ad aiutarla nei primi tempi della malattia vi è Evan (Josh Duhamel), il marito che corrisponde all'immagine del coniuge perfetto. Le condizioni fisiche della donna, però, continuano a peggiorare e ogni piccolo dettaglio della sua routine ora richiede l'aiuto di qualcuno. Quel qualcuno è Bec (Emmy Rossum), una giovane senza pretese nè sogni, che al primo sguardo potrebbe essere considerata la persona più inaffidabile del mondo.

Nonostante le mille somiglianze, a mio parere, Qualcosa di buono è distante da Quasi Amici più di quanto si pensi. La vera protagonista di questa storia è l'amicizia tra due donne, fatta da alcuni momenti inaspettatamente divertenti ma soprattutto da sentimenti, incomprensioni e confronti. Due attrici protagoniste eccezionali, una Swank che non carica troppo la sua interpretazione, non cadendo così nel banale, e una Rossum frizzante, vera anima imprevedibile del film.

Qualche scena da lacrima telefonata c'è ma, in generale, la visione è molto buona, più del previsto, e sicuramente consigliata a tutti  :)

-[ Fede


Trailer: 



Nessun commento:

Posta un commento