giovedì 16 luglio 2015

"Insomnia" di Christopher Nolan



Titolo: Insomnia
Un film di Christopher Nolan con Al Pacino, Robin Williams, Hilary Swank, Maura Tierney, Martin Donovan, Nicky Katt
Genere: thriller
Durata: 118 min
Ambientazione: Alaska, Stati Uniti
Anno: 2002
Voto: 4/5
<<Vivi in Alaska o perché ci sei nato o perché scappi da qualcosa...>>




Oggi vi svelo qualcosa che credo di non aver mai rivelato su questo blog. Da qualche tempo soffro di insonnia. Certo, non un'insonnia che mi impedisce completamente di dormire. Tuttavia, spesso accade che le mie ore di sonno si limitano ad un paio di sessanta minuti, che non è consigliato se il giorno seguente ti aspetta una sveglia puntata alle cinque e venti per iniziare un qualsiasi giorno di odissea pendolare. L'anno scorso, al liceo, questa 'attitudine' non mi infastidiva. Dopotutto riuscivo leggere molto più che in passato. Non sono mai stata la tipica studentessa che per essere in forma deve dormire almeno otto ore. Ho sempre apprezzato la seconda serata televisiva. Se in prima serata vengono proposte generalmente commedie, in seconda serata si trovano interessanti thriller, classici del cinema o filmoni che durano ore ed ore e che finiscono ad orari improponibili per ogni essere umano.

E' stata in una di queste serate - se non ricordo male su Iris o un canale simile - che conobbi Insomnia. Non avevo la più pallida idea di che tipo di film potesse essere. Mi bastava sapere che tra gli attori comparissero Al Pacino e Robin Williams, due interpreti che da sempre mi piacciono. Christopher Nolan, chi era costui? Ai tempi non sapevo nemmeno della sua esistenza. Beata innocenza. 
La trama e la presentazione mi incuriosivano: insomma, non potevo ignorare questa visione. Mi aspettavano due ore insolite e magnetiche a cui è impossibile sfuggire. I libri in lettura potevano attendere quella volta. Tutta la mia attenzione era dedicata a Insomnia.

http://www.amoeba.com/admin/uploads/blog/Insomniafilm.jpg2002. Nel 2002 avevo sette anni, troppo giovane per ricordarmi dell'uscita di questa pellicola. Gironzolando sul web, però, ho capito che in generale Insomnia ebbe un'accoglienza tiepida. Un clima ben diverso da quello gelido dell'Alaska che caratterizza il film. Ecco, non riesco a spiegarmi questo. Certo, si tratta di un remake di un film norvegese, una produzione che non tutti vedono di buon occhio. Si tratta anche di quello che è considerato come una pellicola 'secondaria' del regista di Interstellar e della Dark Knight Trilogy. Ragazzi, la verità è che questo film mi è piaciuto sin dalla prima visione.

http://www.outpost31.com/SPC/images/insomnia8.jpgInsomnia è un thriller, o meglio, un noir. Sapendo questo - e senza conoscere alcun dettaglio relativo alla storia - immaginerei subito un'ambientazione misteriosa, un po' lugubre, dai toni cupi e oscuri. Bene, se avete pensato questo, sbagliato di grosso. L'intera vicenda si svolge in Alaska, un luogo allo stesso tempo affascinante e desolato, nel periodo in cui è possibile assistere al fenomeno del sole di mezzanotte, un evento tipico delle zone artiche in cui il sole non tramonta per diversi mesi. Ciò che si può immediatamente notare è, quindi, la luce, una luce chiara ed innarestabile, un elemento simbolico. Per questo il detective Will Dormer (Al Pacino), chiamato insieme al suo collega ad indagare sulla morte di una ragazza, non riesce a dormire. Insonnia. Le ore insonni si accumuleranno, in una climax che procede parallelamente allo svolgimento delle indagini, durante le quali, in circostanze ambigue, viene ucciso il partner di Dormer.

https://reviewbydave.files.wordpress.com/2015/03/insomnia_560x330_mcdinso_ec012_h.jpgLa luce e l'insonnia diventano così personificazioni del senso di colpa, dei dubbi, dell'incertezza e dei sentimenti contrastanti che animano Will, il quale, con gli sviluppi delle investigazioni, si troverà faccia a faccia con l'enigmatico Walter Finch (Robin Williams), uno scrittore che sa molto del caso e che sembra essere sempre un passo avanti rispetto a Dormer. 
Il paesaggio dell'Alaska, la scena dell'inseguimento di Finch tra la nebbia e sui tronchi in acqua rispecchiano lo stato d'animo del protagonista, non più capace di valutare la realtà ed affrontarne astutamente le conseguenze. Insomnia si potrebbe definire come un 'semplice' thriller psicologico, ma è molto di più e per comprenderlo è necessaria una visione completa ed attenta. Il merito di tutto questo è del regista e soprattutto di un cast perfetto in cui si distinguono Pacino e Williams, ottimi nel dare vita a personaggi complessi dai mille risvolte, ma anche una Hilary Swank da non sottovalutare.



Il primo viaggio di Movies Around the Usa è terminato. Non temete, questo è solo l'inizio!
Location:
Alaska, Columbia Britannica (Squamish).



Trailer:



Nessun commento:

Posta un commento