mercoledì 10 giugno 2015

"Pitch Perfect 2" di Elizabeth Banks























Titolo: Pitch Perfect 2

Un film di Elizabeth Banks con Anna Kendrik, Rebel Wilson, Elizabeth Banks,  Brittany Snow

Genere: commedia, musical

Durata: 115 min

Ambientazione: Stati Uniti

Anno: 2015

Valutazione: 3,5/5


Sequel del film Voices (Recensione)

Pitch Perfect 2 era nella mia lista dei film più attesi del 2015. Sì, lo so: c'è chi aspetta Star Wars e chi aspetta pellicole come queste. Indovinate a che categoria appartengo? Ho adorato le prime stagioni di Glee. Ho amato alla follia Voices, primo capitolo di questa serie passato un po' inosservato in Italia. Devo ammettere che ai tempi dell'annuncio di un sequel non ero molto felice. Insomma, difficilmente il seguito di un film musicale ha successo. Inoltre, Voices/Pitch Perfect si concludeva nel migliore dei modi. C'era veramente bisogno di un nuovo film?

Guardate l'immagine qua a fianco: Rebel Wilson ha la risposta perfetta a questo snervante quesito. Un no al 100% accompagnato da un occhiolino. Penso che molti, come me, abbiano avuto la stessa reazione. Si può dire tutto ma una nuova avventura delle Barden Bellas non si può mai rifiutare nonostante l'incertezza iniziale. Per questo ho atteso così tanto questo film. Un cast tutto al femminile, una Elizabeth Banks all'esordio da regista e molte e promettenti sfida a colpi di hit pop.
Da evidenziare sicuramente la presenza di Rebel Wilson, animo frizzante ed energico del primo capitolo. L'attrice australiana è ormai tra i nomi più gettonati nelle commedie americane. L'insieme sembrava promettere molto, molto bene.

Da come vi scrivo, probabilmente avete già capito che Pitch Perfect 2 non ha completamente soddisfatto le mie aspettative. Tutta colpa della sindrome del sequel che in passato ha colpito produzioni illustri? In parte. Le premesse per un buon film c'erano. Il cast è lo stesso del primo capitolo con alcune new entry (promosse): squadra che vince non si cambia. Nonostante questo però sono mancati quei momenti che hanno reso simpatico ed accattivante Voices, l'intesa di gruppo e il giusto spazio dedicato ad ogni personaggio. Pitch Perfect 2 si concentra molto di più sulla parte musicale sfornando interessanti performances grazie anche ai gruppi dei Das Sound Machine e molti altri. Inutile dire che i bonus armonici hanno reso necessari alcuni sacrifici: le figure maschili rimangono in secondo piano e in molte occasioni appaiono molto appiattite. 

La fine degli studi è ormai all'orizzonte per molte delle Bellas e alcune di loro iniziano a pensare al futuro. Beca (Anna Kendrick), che era stata una delle rivelazioni del primo film, cerca di farsi strada nel complicato mondo della discografia e nasconde non poco alle sue amiche. La trasformazione - forse un po' incoerente - di questo personaggio è quella più evidente. Le battute divertenti - talvolta un po' ripetitive - non mancano. Con i titoli di coda, però, nasce una strana sensazione: serviva qualcosa di più, quel pizzico di fantasia capace di rendere questo sequel all'altezza del primo capitolo. Ancora cerco una soluzione a questo mio dubbio. Forse un elemento, un simbolo. Non chiedo significati cervellotici. Credo servisse 'qualcosa' che stesse a Pitch Perfect 2 come la canzone "Cups" sta a Voices.

Non lo sconsiglio: dopotutto l'ho apprezzato e non poco. Sarà che sto diventando immune alle americanate? Lo rivedrò altre volte ma non lo adorerò come il primo.

Buona visione ;)

Trailer.

 

Nessun commento:

Posta un commento