martedì 3 marzo 2015

Assaggi di cinema #11 - "Il Ragazzo Invisibile" - "Men, Women & Children"

Buonasera!
Ecco un paio di visioni degli ultimi giorni. Che ne pensate di questa puntata di Assaggi di cinema?


Il Ragazzo Invisibile (2014) di Gabriele Salvatores, coùn Valeria Golino, Ludovico Girardello, Fabrizio Bentivoglio

Che bello, anche noi italiani abbiamo un supereroe tricolore! Troppo felice! Ma riusciremo ad avere un bel film, coerente, accattivante e serio? Non mi è ancora molto chiaro l'obiettivo di questo film. Probabilmente, sulla scia del diffuso entusiasmo per i film Marvel e DC, si cercava disperatamente un'idea per una produzione di fantascienza completamente ambientata in Italia. Il lancio de Il 
Ragazzo Invisibile è stato, però, accompagnato da libri, poster, fumetti creati ad hoc. Qui nasce, quindi, il sospetto di una pura e semplice trovata commerciale. Okay, in America ogni film Marvel è fragorosamente annunciato da personaggi in miniatura e migliaia di giocattoli. Ma parliamo di grandi ed affermate case editrici di fumetti. Per questo film tutto questo non era necessario: si poteva cercare un diverso approccio, una differente ed originale prospettiva.
Dopo aver visto il film, qual è la mia opinione? Si poteva fare di meglio, molto meglio. L'ultimo lavoro di Salvatores è a metà strada tra il classico film di supereroi e qualcosa di più complesso ed interessante: un compromesso, insomma. L'invisibilità non è solo un potere, è anche una condizione. Certi aspetti sono solo abbozzati, se approfonditi avrebbero senza dubbio reso più originale il tutto.

Genere: fantascienza, supereroi, drammatico

Voto: 2,5/5


Trailer:



Men, Women & Children (2014) di Jason Reitman con Ansel Elgort, J.K.Simmons, Adam Sandler, Jennifer Garner, Rosemarie DeWitt

Questo film mi incuriosiva da tempo. Un po' per il tema: la tecnologia. Un po' per gli attori: J.K. Simmons e Ansel Elgort. Finalmente sono riuscita a recuperarlo e posso parlarvene. Mi ha sorpreso molto la modalità con cui viene presentato l'argomento, un misto tra una pellicola drammatica ed un documentario. Attenzione, con questo non intendo dire che la narrazione risulta noiosa e 'didascalica'. No. Certo, c'è una voce fuori campo che però ha la funzione di stella polare volta ad orientare lo spettatore attraverso le diverse storie di Uomini, Donne & Ragazzi, piccoli pezzi di un puzzle molto grande. Si parla di ossessione per la tecnologia, di paralisi, di completa dipendenza da computer e cellulari. Circondati da così tanti ed ammiccanti oggetti tecnologici, è facile cadere nella rete del Web dimenticandosi che la vita è anche, e soprattutto, fuori di uno schermo luminoso. Il risultato? Incapacità di comunicare, di confrontarsi.
Un'ottima visione che purtroppo è stata un po' sottovalutata.

Genere: drammatico

Voto: 4/5


Trailer:




Nessun commento:

Posta un commento