lunedì 11 agosto 2014

Storia di una ladra di libri - Markus Zusak



Titolo: Storia di una ladra di libri

Titolo originale: Book Thief

Autore: Markus Zusak

Data pubblicazione: 2014

Valutazione: 3,5/5





Da questo libro è stato tratto Storia di una ladra di libri (2014) (recensione film)

Alle spalle di un film stupendo deve certamente esserci un libro indimenticabile. Con questa convinzione mi sono avvicinata alla lettura di Storia di una ladra di libri, dopo aver letto molte recensioni positive su Goodreads e su Blogger. Inoltre, ho apprezzato moltissimo l'omonimo adattamento cinematografico uscite nelle sale italiane all'inizio di questo 2014. Dopotutto adoro il mitico Geoffrey Rush in qualsiasi ruolo!

É stato sconvolgente, quindi, leggere le prime cento pagine: tutto ciò che altri lettori definivano strabiliante ed incredibile, a me risultava fastidioso. Non credevo ai miei occhi! Come poteva essere nato da quelle pagine un bellissimo film? Lo stile di Zusak non mi convinceva del tutto. Ma il fatto più irritante é il "Grassetto", quell'ambiguo carattere che si nasconde dietro l'aspetto di una panciuta, docile ed innocua scrittura. No, non sto sclerando! Vi sfido a leggere consecutivamente almeno tre interventi in grassetto della Morte, vera narratrice della storia che si perde ogni due pagine in (in)utili digressioni in cui, spesso, anticipa l'epilogo.

Se non fossi stata Federica, probabilmente avrei abbandonato la lettura più o meno in prossimità della metà. Dopotutto, come dare torto a questa mia versione alternativa di un mondo parallelo che, dopo un crescendo di fastidi, decide di rinunciare a questa avventura letteraria? Ma non sono io questa! E così ho continuato.

In questo modo ho conosciuto il potere delle parole, ciò che é la vera chiave di lettura del romanzo. La protagonista Liesel mi ha magicamente preso per mano accompagnandomi attraverso i timori, le paure e le deboli speranze dei civili che con occhi pieni di interrogativi osservavano la Seconda Guerra Mondiale.

La seconda parte del romanzo ha saputo catturarmi con un ritmo travolgente, incalzante, con una climax di emozioni che investe il lettore anche apparentemente coinvolto. É proprio in questa sezione del romanzo che la giovane protagonista comprende l'importanza del racconto, capace di unire molte anime e di annullare le diversità.

Una lettura consigliata a tutti! :)

-[ Fede

Diventa fan di Stories. su Facebook: Clicca qui!

3 commenti:

  1. A me il libro è piaciuto moltissimo e la morte come voce narrante è stata un vero colpo di genio secondo me, qualche settimana fa ho visto il film e decisamente non mi ha colpito...è arrivato alla sufficienza ma nulla di più, tolta la fantastica interpretazione di Rush che piace molto anche a me! ^^

    RispondiElimina
  2. Non ho visto il film, ma mi piacerebbe molto. Penso che lo vedrò e poi deciderò se leggere o meno il libro, in base a cosa ne avrò pensato del film. Comunque la storia mi ispira molto :)

    RispondiElimina