lunedì 27 gennaio 2014

"Gravity" di Alfonso Cuaron


Titolo: Gravity

Un film di Alfonso Cuaron con Sandra Bullock e George Clooney

Genere: fantascienza, thriller, drammatico

Durata: 90 min

Anno: 2013

Valutazione: 3,5/5



"Vuoi tornare a casa o vuoi restare qui? Certo è bello quassù! Puoi chiudere tutti quanti gli impianti; spegnere tutte le luci; chiudere gli occhi e scordarti il mondo. Qui nessuno ti fa del male; sei al sicuro. Che senso ha andare avanti? Che senso ha vivere? Devi piantare bene i piedi per terra e cominciare a vivere. Hey, Ryan: è ora di tornare a casa!"





Nella scena iniziale compaiono quelli che sono i protagonisti del film: Ryan Stone (Sandra Bullock), ingegnere biomedico, e Matt Kowalsky (George Clooney), comandante giunto alla sua ultima missione nello spazio prima della pensione.
I due stanno svolgendo i regolari lavori di manutenzione dello Space Shuttle su cui si trovano. Mentre si occupano del controllo del telescopio Hubble, Kowalsky riceve un allarme dalla base di Houston: un satellite russo è andato in frantumi e i resti stanno andando nella loro direzione.

Dopo pochi attimi, infatti, i detriti del satellite colpiscono lo shuttle che viene completamente distrutto. Stone e Kowalsky rimangono completamente soli poichè perdono anche qualsiasi contatto radio con la Terra. "Houston alla cieca!"
Grazie allo zaino jet di Matt, i due superstiti riescono ad allontanarsi dalla zona dell'impatto. La loro salvezza, ora, potrebbe essere rappresentata dalla Stazione Spaziale Internazionale.


Attenzione: se state cercando un film fantascientifico ambientato nello spazio, Gravity non fa per voi! L'ultimo lavoro di Alfonso Cuaron non ha come ambizioso ma scontato obiettivo quello di stupire con effetti speciali e rocambolesche scene antigravitazionali. "Gravity" dà importanti spunti di riflessione sulla vita e sul suo significato. La dottoressa Ryan Stone, infatti, dovrà compiere difficili scelte che la metteranno a dura prova. 

Per questi motivi, penso che la mancanza di una trama abbastanza articolata (colpa attribuita a questo film) sia dovuta ad una scelta del regista che ha voluto concentrarsi maggiormente sull'aspetto psicologico della protagonista con l'aiuto, tuttavia, di fantastiche riprese cinematografiche.
Ottima Sandra Bullock, attrice che ritengo spesso troppo sottovalutata, nel ruolo di Ryan Stone. Chissà se questa interpretazione le porterà una delle ambite statuette dorate? Vedremo!
A mio parere, George Clooney, invece, è completamente fuori luogo. Nelle poche scene in cui compare è completamente impassibile, come se la gravità della situazione non interessasse minimamente il suo personaggio. Certo, si può pensare che Kowalsky sia un comandante che ha alle spalle anni e anni di missioni. Trovo, però, improbabile che nella situazione critica rappresentata non si sia nemmeno preoccupato.



Nel complesso Gravity è un film molto buono anche se alcune scene potrebbero risultare non poco noiose e ripetitive.



Buona visione ;)



Trailer:






Miglior Regista - Alfonso Cuaron
Miglior fotografia
Migliori Effetti Speciali
Miglior Montaggio
Miglior Sonoro
Miglior Montaggio Sonoro
Miglior Colonna Sonora

1 commento:

  1. Effettivamente ci sono scene un po' ripetitive, mentre senza altre sarebbe risultato noioso, il trailer aveva già buona parte dell'azione rivelata.. nel complesso però l'ho trovato carino!

    RispondiElimina