venerdì 13 dicembre 2013

Una cosa divertente che non farò mai più - David Foster Wallace


Titolo: Una cosa divertente che non farò mai più

Autore: David Foster Wallace

Data pubblicazione: 1997

Valutazione: 3,5/5




“Ogni neonato a portata d’orecchio sembra avere un futuro promettente nell’opera lirica.”




È questo il suono che dà inizio a una lunga, tragica ma lussuosissima settimana di crociera: il pianto disperato di alcuni bambini. Sarà, questo, un segnale premonitore? 

Nel marzo del 1995 il controverso Foster Wallace partecipa, su richiesta della rivista Harper's, ad una crociera sulla nave "Zenith", di proprietà della compagnia Celebrity, gruppo osannatissimo ed estremamente autocelebrativo nei suoi volantini promozionali. Leggendo le peudo-testimonianze presentate sul depliant della Celebrity, si potrebbe pensare che le loro crociere siano pura poesia! Sarà veramente così?

L'autore descrive ogni singolo passaggio della propria "vacanza" con grande ironia tipica del suo stile. Si arriva, in questo modo, a formulare anche una critica della società moderna tramite alcuni personaggi significativi presenti sulla nave. Indimenticabile è sicuramente la figura di Mister Video, che non si lascia sfuggire nessun attimo della propria esperienza 'alternativa'.

In una crescente climax di sofferenza e di intolleranza verso assurde attività proposte dalla compagnia e verso superficiali compagni di viaggio, Foster Wallace giungerà al punto di descrivere le proprie giornate ora per ora, rendendo il suo saggio quasi simile ad un diario di prigionia in una cella extralusso.

Da evidenziare la grande quantità di note, decisamente fuori dal comune, che potrebbero costituire un libro esilarante a parte. Esse, però, costituiscono sia un pro che un contro di questo libro: lo rendono originale ma, allo stesso tempo, potrebbero complicare e frammentare la lettura.

Buona lettura a tutti voi,

-[ Fede :)

Nessun commento:

Posta un commento