lunedì 25 novembre 2013

Come inciampare nel principe azzurro - Anna Premoli


TITOLO: Come inciampare nel principe azzurro

AUTORE: Anna Premoli

DATA PUBBLICAZIONE: 2013

EDITORE: Newton Compton

VOTO: 3,5/5





Cosa succede se la monotona vita di una tranquilla londinese viene completamente stravolta?




Maddison lavora in uno studio della City. Nemmeno lei sa se questo impiego le piace, dopotutto, ha sempre seguito il volere di sua madre: laurearsi in economia e lavorare, lavorare ed ancora lavorare per raggiungere la prestigiosa posizione di donna in carriera indipendente. Per questo motivo, la protagonista viene spinta a presentare una richiesta di trasferimento a New York, la grande Mela. Se la sua vita deve avere dei cambiamenti perchè non iniziare dalla capitale dello shopping?

Il futuro, però, ha diversi progetti per Maddison che si ritroverà catapultata a Seul in compagnia del suo nuovo datore di lavoro, Mark, un enigmatico trentenne americano di origini coreane. Nonostante l'iniziale stupore, i genitori di Maddison e l'amica Jane vedono in questa nuova avventura un'occasione per dare una nuova direzione alla sua vita. 

Ambientarsi nella nuova città non sarà sicuramente facile: lingua e abitudini diverse complicheranno quotidianamente le vicende della protagonista che dovrà affrontare, inoltre, il suo nuovo scontroso ma affascinante Mark.

Dopo numerosi bestseller di Sophie Kinsella, finalmente anche in Italia questo genere conquista i cuori di milioni di lettori ed Anna Premoli si afferma come una brillante e fresca autrice. Con il suo stile brioso, riesce a catturare il lettore grazie alle avventure di Maddison, disegnando, così, un ritratto di un personaggio femminile nel quale molte donne potrebbero riconoscersi. 

"Come inciampare nel principe azzurro" è un libro che deve essere letto tutto d'un fiato: è impossibile non volere sapere cosa accade nella pagina seguente, nel capitolo successivo ritrovandosi improvvisamente alla fine del romanzo.
Un libro superconsigliato alle amanti del genere!

ATTENZIONE: potrebbe causare gravi attacchi di risate.


-[ Fede

Nessun commento:

Posta un commento