sabato 19 ottobre 2013

Il quinto giorno-Frank Schatzing

























Titolo: Il quinto giorno

Titolo originale: Der Schwarm

Autore: Frank Schatzing

Data di pubblicazione: 2004

Valutazione
: 4/5

"La natura non ha nulla a che fare con i nostri parametri, non è né buona né cattiva: funziona per conto suo e noi ne facciamo parte. Perciò, le balene non sono "nostre" e neppure gli altri pesci. Invece, noi crediamo che sul pianeta tutto ci appartenga. Il mio libro è un invito a lasciare spazio agli altri esseri, a comportarci in maniera più tollerante. Altrimenti, la natura può diventare nemica"

Al largo delle coste peruviane un banco di pesci rovescia la barca di un pescatore e lo uccide impedendogli di risalire in superficie.E' il primo di una serie di eventi strani che si verifica un po' in tutto il mondo.
Nei mesi successivi infatti l'umanità deve fare i conti con aragoste che scoppiano in Francia,meduse che attaccano i bagnanti in Australia,nuove specie di vermi marini che invadono la scarpata occidentale norvegese e cetacei che inspiegabilmente attaccano le navi uccidendo gli uomini nella baia di Vancouver.
Sembra che gli abitanti del mare abbiano deciso di vendicarsi di tutti i soprusi compiuti nel loro territorio dall'uomo.
Un' équipe selezionata di scienziati,dopo accurate e meticolose indagini,scoprirà che dietro questi attacchi vi è la presenza di un'antica,sconosciuta e misteriosa intelligenza che si nasconde negli abissi marini e che è decisa a distruggere l'intera umanità.


Il libro si presenta come un capolavoro della letteratura tedesca soprattutto grazie alla grandissima capacità da parte dell'autore di conciliare fantascienza,politica,religione e filosofia in un unica trama.
Leggendo il romanzo si nota nelle diverse azioni la differenza fra le due principali intelligenze presenti sulla Terra:l'uomo e gli Yrr(nome coniato da Johansson,uno scienziato norvegese,per identificare l'intelligenza sottomarina).
I primi non sono uniti,mettono in primo piano il proprio interesse individuale rispetto a quello della comunità,risultano inferiori e disorganizzati sebbene possiedano un bagaglio tecnologico imponente.
Sono feriti nell'orgoglio e non possono fare altro che piegarsi ai nemici.
Sono consapevoli di aver perso il primato in un mondo che alla fine non conoscevano cosi' bene come credevano.
Gli Yrr,sebbene siano essere unicellulari privi di qualsiasi conoscenza tecnologica,dimostrano un 'incredibile capacità di coesione e una forte organizzazione.
L'esistenza di una nuova intelligenza sviluppata manda in crisi i valori della cristianità e tutta la filosofia che vedeva un mondo costruito esclusivamente per l'umanità.
A dispetto delle 1015 pagine il romanzo viene reso scorrevole e accattivante dai numerosi colpi di scena,ai flashback fino alle descrizioni minuziose.
Anche il titolo non è scelto a caso:secondo la Genesi il quinto giorno Dio ha creato gli animali acquatici,proprio coloro che si stanno ribellando all'uomo.
Per la lettura è consigliata una conoscenza quanto meno basilare di alcuni concetti della Biologia  per poter capire chiaramente alcuni passaggi del libro.


-[ Kevin

Nessun commento:

Posta un commento